Cenni Storici

Ultima modifica 19 ottobre 2020

Azzano è un comune di origine romana. Molti studiosi ritengono che il nome derivi da un nobile, possessore del fondo. Attius. Il primo documento in cui si cita il nostro comune è del lontano 875.
Si tratta di un testamento nel quale è citato come testimone "Agemundi de Aciano".

Il primo nucleo del paese, un piccolo villaggio di contadini alle porte della città di Bergamo, si è formato nei pressi dell'attuale "chiesa vecchia" e della parte di abitato che ancora oggi identifichiamo come "castello". Tracce di antiche presenze si possono trovare anche nella zona delle "Murere", verso i confini con Zanica e con Stezzano.

E' difficilissimo oggi ricostruire il numero degli abitanti autoctoni di Azzano. Dal dopoguerra ad oggi, infatti, il nostro paese è stato interessato da un fortissimo sviluppo arrivando a triplicare la popolazione residente.
Al 31 dicembre 1999 gli abitanti di Azzano erano circa 6.700.

L'economia di Azzano, si è fortemente differenziata negli ultimi 50 anni. Fino a tutto il dopoguerra, infatti, era prevalente l'economia agricola, con il contesto di artigianato di supporto che ad essa si accompagna (fabbri, idraulici, muratori, negozi di genere alimentare, ecc.).
Il processo di industrializzazione nazionale degli anni 60 e 70 ha cambiato l'economia del paese, con una prevalenza di famiglie di operai e impiegati. Un cambiamento che è ancora in corso a causa di una forte tensione verso l'apertura di nuovi "servizi". Azzano, infatti, è vicino all'area aeroportuale, alla città (dove ci sono le scuole superiori, la stazione, ecc.) e quindi è un paese molto interessante per l'insediamento di attività produttive, commerciali e di servizio.

La vicinanza con Bergamo ha fatto "soffrire" al paese una dimensione un pò anomala di "paese autonomo/paese periferia". Spesso nel corso degli anni si è parlato di possibilità che la città assorbisse il paese anche se in realtà questo è un processo piuttosto difficile. Molti però ricordano come anche Colognola un tempo fosse Comune autonomo e come invece oggi sia un quartiere della città.
Questa prossimità con la città ha in effetti danneggiato la vita sociale locale perché spesso i giovani o le famiglie, per il tempo libero, per le occasioni culturali o di altro genere, preferiscono rivolgersi alla città. Con il tempo però sembra che questi problemi vengano superati e che le difficoltà di vivibilità della città finiscano per favorire una valorizzazione dei Comuni della cintura. E cosi' anche Azzano sta progressivamente consolidando la propria identità di paese.